Concorso: andare in libreria è…

Andare in libreria è il mio piccolo segreto
per scoprire come va, veramente, il mondo.
Andare in libreria è…
un concorso rivolto ai lettori italiani

Che cosa è per te, andare in libreria?
Inventa una frase slogan, mandacela oppure consegnala al tuo libraio.
Puoi vincere una bicicletta!

Le librerie sono un luogo insostituibile.
Un’isola solida nell’immaginario e nella vita di tutti i lettori. Nonostante la crisi economica, le librerie resistono e svolgono eroicamente, con energia e competenza, il proprio compito di presidio culturale.

Dal 15 marzo al 23 aprile 2012, in collaborazione con Letteratura RinnovabileCartiere Fabriano e la celebre trasmissione Fahrenheit di Radio 3 RAI, l’editore Marcos Y Marcos lancia una campagna di immagine dedicata a un’idea di libreria come nodo centrale di trasmissione del sapere, piccolo tempio della curiosità, luogo di aggregazione e di relax. Con l’aiuto di testimonial celebri, da Vinicio Capossela a Carlo Lucarelli, da Marco Malvaldi a Cristiano Cavina, Michela Murgia, Fabio Geda e molti altri: con le proprie frasi dedicate alla libreria ci aiutano a lanciare un concorso aperto a tutti.

Chi partecipa al concorso?
Tutti i clienti delle librerie.

Come si partecipa al concorso?
Basta inviare all’indirizzo: andareinlibreria@marcosymarcos.com la propria frase slogan, che inizia con “Andare in libreria”, indicando anche quale libreria ha suggerito di partecipare al concorso. Oppure, per chi non ama le email, basta affidare al proprio libraio la frase. Provvederà lui a inviarcela!
Il concorso si apre il 15 marzo e si conclude il 23 aprile.
Una Giuria formata da Lella Costa, Massimo Cirri, Annamaria Testa sceglierà quattro finalisti, che si sfideranno al Salone del Libro di Torino, in maggio… dove dovranno leggere un originale “Elogio della libreria”.

Il vincitore assoluto si aggiudica una bicicletta.

» Scarica il bando del concorso in formato pdf

Tags: andare in libreria è..., concorso, marcos y marcos
Pubblicato in Libri (16/2/2012)

Lascia un commento